Non chiamatemi Ismaele

Ismaele Lesogne frequenta il primo anno di liceo e si considera perseguitato da una maledizione: la sindrome "può trasformare una persona normale in un disastro ambulante, capace di totalizzare il cento per cento di punteggio nella classifica degli imbecilli senza rimedio". La sua vita, infatti, sembra notevolmente cambiata, quando ha incontrato o meglio si è scontrato con Barry, il bullo della scuola. Vittima di insulti, piccole angherie, deriso dai compagni, Ismaele sempre di più si chiude in un silenzio caparbio fino a quando arriva in classe James Scobie, esile, imbranato, a prima vista, ma pronto alla battaglia. Sembra che lui non abbia paura di niente, neanche di Barry. Grazie alla sua forza e con una determinazione incredibile, Ismaele capisce che forse è ora di scoprire le proprie carte per lottare contro ogni ingiustizia.

Michael G. Bauer, Non chiamatemi Ismaele, Salani

http://www.bibliotecasalaborsa.it/ragazzi/xanadu2009/schede.php?libroID=395&IDcat=13

 

0 Commenti a “Non chiamatemi Ismaele”


I commenti sono chiusi.